cit. Warburg

Sandro Botticelli, Primavera,1482-1485, Firenze, Galleria degli Uffizi

“Questo era, per lui, il primo e più importante dovere di uno storico dell’arte: far parlare un’opera, liberare da essa la voce sommessa che svela e racconta il passato. Separare un’immagine dal suo rapporto con la cronaca o la storia, con la religione o la poesia, significava primarla della sua linfa vitale, condannarla a una eterna immobilità”.

Francesca C. Slovin “Aby Warburg”

Annunci

Informazioni su robertaprosapio

studentessa di Storia e critica dell'arte all'Università degli Studi di Milano
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Citazioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...